L'ANGIOEDEMA: QUELL'IMPROVVISO GONFIORE DEL VISO….

Cosa si intende con la parola angioedema?
Si tratta dell’improvvisa comparsa di un’area di gonfiore su una qualsiasi zona della nostra cute o della mucosa. Può coinvolgere il viso, le mani, i piedi e così via. Ma può interessare anche organi come la lingua o le alte vie aeree, provocando difficoltà nella respirazione. Oppure provocare episodi di intenso dolore addominale con vomito e/ diarrea qualora il gonfiore interessi la mucosa di organi come lo stomaco o l’intestino. Il prurito, il senso di tensione e il dolore possono essere sintomi che accompagnano il gonfiore, ma solo in alcuni casi. La durata dei sintomi è variabile da poche ore ad alcuni giorni.

Quali sono le cause dell’angioedema?
L’angioedema può essere sintomo di numerose patologie, ma nella maggior parte dei casi è connesso con problemi di origine allergica, soprattutto quando c’è la coesistenza di prurito e orticaria. In caso di episodi ricorrenti di angioedema si devono però escludere anche patologie di tipo immunologico, infettivo ed internistico. Esiste inoltre una forma di angioedema di tipo ereditario, legata alla carenza di una proteina ematica chiamata C1-inibitore. Inoltre è bene ricordare che in alcuni pazienti l’angioedema può essere connesso con l’assunzione di alcuni tipi di farmaci come gli estroprogestinici ed alcune medicine contro l’ipertensione chiamate ACE-inibitori.

Cosa fare in caso di angioedema?
Sebbene l’evenienza di svegliarsi con il viso o con una mano gonfia possa mettere un po’ di paura, in realtà quando l’angioedema interessa queste zone periferiche potrebbe non trattarsi di un’emergenza. Nonostante ciò in caso di gonfiore è sempre bene rivolgersi ad un allergologo per cercare insieme la causa del problema e la terapia più adatta. Attraverso la raccolta della storia clinica e l’effettuazione di test specifici l’allergologo può risalire all’eventuale presenza di allergie, ad esempio alimentari, a farmaci o ad altre sostanze; inoltre esami ematologici potrebbero rivelare alterazioni di proteine del sangue che possono essere causa di gonfiore. Lo specialista, al termine di tali indagini, potrà quindi fornire le informazioni giuste per poter controllare i sintomi: quali farmaci usare e come, dagli antistaminici ai cortisonici alle terapie per l’urgenza come l’adrenalina o altre, quando dietro al gonfiore delle mucose magari ci sono condizioni piu’ rare.