Brindare senza alcol: si può?

Un gruppo di persone che brinda con dello spumante

Brindare senza alcol è possibile, ad oggi è possibile reperire molte opzioni per chi è astemio. In tutte quelle occasioni speciali dove lo spumante è d’obbligo, i non bevitori avranno delle valide proposte tra cui poter scegliere.

Basta rinunce!

Fortunatamente, se avete un’intolleranza all’alcol o semplicemente desiderate ridurre il vostro consumo, non c’è più bisogno di rinunciare al bicchiere celebrativo. Il mercato delle alternative analcoliche si è rapidamente espanso negli ultimi anni e, con esso, una gamma di convincenti falsi champagne, “nosecco”, tè frizzanti e vini a basso contenuto alcolico che offrono una sensazione in bocca, un profilo di bollicine e un sapore simili a quelli reali.

Che cos’è il vino analcolico?

Tecnicamente, una definizione precisa di vino analcolico è quella di vino fermentato a cui è stato tolto l’alcol attraverso l’osmosi inversa o la distillazione sotto vuoto. Spesso vengono aggiunti altri ingredienti per migliorarne il corpo e la consistenza. Esiste però un’ampia gamma di tè frizzanti che sono una valida alternativa, poiché hanno un sapore estremamente simile a quello di uno spumante.

Chardonnay analcolico Harvey Nichols

Per brindare senza alcol, questo simil vino delicatamente frizzante e vegetariano accompagna il palato in un viaggio tropicale attraverso aromi di frutto della passione, guava e mango, per finire con una rinfrescante nota di agrumi. Prodotto con uve chardonnay, è tendente al dolce e si presta bene a essere mescolato con una tonica amara, per assomigliare il più possibile a un prosecco pregiato, ma senza la presenza di alcol.

Esistono quindi molte soluzioni, più o meno costose, per rendere indimenticabile ogni brindisi, anche quelli analcolici!

Liberamente tratto e tradotto da https://www.bbcgoodfood.com/

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.